facebook twitter youtube rss
Sprint24
Pagina 3 di 26 PrimoPrimo 1234513 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 21 fino 30 di 253

Discussione: Unconventional Advertising

  1. #21
    GC Admin [Art Director, Social Media Manager, Teacher & Coach] L'avatar di Artlandis
    Data registrazione
    29-11-2008
    Residenza
    Roma+Milano
    Messaggi
    9,051

    Predefinito

    ehehehe magnifique
    Artlandis' network:
    Artlandis online | Blog | Linkedin | Facebook | Twitter | Google+ | Klout | Behance Portfolio | Plastic Theory | Corsi di formazione & Webinar free
    "Quello che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo chiama farfalla"

  2. #22

    Predefinito

    Stupende!
    Io ho intenzione di creare la mia tesi sul Guerrilla Marketing.

  3. #23
    Moderator L'avatar di Gogan
    Data registrazione
    18-06-2009
    Residenza
    Lombardia/Marche
    Messaggi
    5,811

    Predefinito

    Per pubblicizzare il videogioco "Need for Speed: Carbon" per Xbox sono stati piazzati dei cartelli in punti molto precisi, di fronte ai velox, in modo che se ti arriva a casa la multa per eccesso di velocità nella foto allegata puoi anche vedere il cartello che dice "Need for speed? Xbox 360" (cioè per dire "se hai bisogno di velocità... soddisfalo a casa con Xbox"):




    La Pantene ha distribuito ad alcuni ristoranti tedeschi questa saliera, per promuovere un prodotto anti-forfora:




    Un'agenzia specializzata in viral marketing ha creato questo video per Vodafone:




    Per pubblicizzare un'attrazione degli Universal Studios, King Kong 3D, hanno creato delle enormi impronte su una spiaggia californiana, con tanto di auto calpestata:




    La Ariel ha messo sugli scaffali dei supermercati dei capi di abbigliamento, lavati e impacchettati, in mezzo a frutta e verdura, per suggerire l’idea di freschezza dei vestiti lavati con i loro prodotti:




    La Hotwheels ha creato dei mini parcheggi, con mini parcometri (peccato però che i bambini difficilmente apprezzeranno il concetto di guerrilla marketing):




    In Nuova Zelanda promuovono in questo modo una serie tv che riguarda streghe e vampiri, mettendo in alcuni locali come uffici e palestre, distributori d’acqua… ma il liquido è di colore rosso sangue:




    Una casa farmaceutica per pubblicizzare un prodotto contro l’herpes labiale ha mandato in giro per le spiagge una bocca gigante inseguita da un herpes gigante… poi arriva il supereroe (il medicinale) che sconfigge l’herpes, per ultime due hostess che consegnano ai bagnanti una brochure:





    Questa minuscola brochure è stata creata per invogliare ad iscriversi alla specializzazione in biologia molecolare di un'università danese:

    Ultima modifica di Gogan : 01-11-2012 alle ore 00.51.41

  4. #24
    Moderator L'avatar di Gogan
    Data registrazione
    18-06-2009
    Residenza
    Lombardia/Marche
    Messaggi
    5,811

    Predefinito

    Forse non si tratterà di unconventional advertising come siamo soliti concepirla... ma senza dubbio questa mossa pubblicitaria è inusuale. Ecco la storia. Un'azienda di abbigliamento ha pubblicato su facebook la nuova collezione di pantaloni. Molti utenti hanno commentato criticamente che le modelle che li indossano in quelle foto sono troppo perfette e hanno scritto provocatoriamente che vorrebbero vederli su "real women", donne reali. Detto fatto. La risposta dell'azienda è stata l'immediata pubblicazione il giorno seguente di fotografie in cui alcune dipendenti dell'azienda indossano quei pantaloni (con la didascalia che dice "Voi avete chiesto e noi abbiamo ascoltato"):




    Anche questa non è la solita unconventional ad, dato che stiamo parlando di un annuncio pubblicato su un quotidiano. Quello che c'è di non convenzionale però è il fatto che il messaggio volutamente spiazza il lettore nel finale, giocando astutamente sulla non-interattività della stampa...dice infatti "C'è una differenza di base tra il promuovere il tuo business su internet e pubblicizzarlo nel modo tradizionale. Clicca su questa pubblicità per vedere il perchè". La genialità è proprio il richiedere ai lettori qualcosa di non possibile a causa dei limiti della carta stampata. E' una pubblicità che si avvale della stampa per far passare il messaggio, ma allo stesso tempo critica la stampa come modo di fare pubblicità:




    La bella idea dell'Unicef per sensibilizzare la popolazione dei paesi sviluppati riguardo il problema dell'acqua potabile nelle aree povere del pianeta. E' stato messo un distributore di acqua sporca nel cuore di New York ed è stato chiesto ai passanti se volessero bere quell'acqua. Come risultato... la gente si è sentita in obbligo di fare delle donazioni:




    Un sito di annunci ha collocato in giro per la città vecchi oggetti che sembrano abbandonati, con accanto il cartello "Il mio proprietario ha appena buttato via ... dollari" per invogliare a vendere sul loro sito oggetti non più usati:




    La Sony ha invaso Parigi di mini automobili pubblicitarie per il lancio del più piccolo cellulare mai venduto:


  5. #25
    Senior Member L'avatar di Professore
    Data registrazione
    04-03-2008
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    350

    Predefinito

    Quelle automobiline qui a Palermo non avrebbero funzionato: su 100 modelli 55 sarebbero finiti dispersi dentro le crepe del manto stradale, 44 sarebbero stati rubati da ignoti prima ancora della partenza. Un unico esemplare sarebbe stato salvato per permettere al sindaco di mostrarlo in conferenza stampa e dire quante cose fighe si fanno nella nostra città.

  6. #26

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Professore Visualizza messaggio
    Quelle automobiline qui a Palermo non avrebbero funzionato: su 100 modelli 55 sarebbero finiti dispersi dentro le crepe del manto stradale, 44 sarebbero stati rubati da ignoti prima ancora della partenza. Un unico esemplare sarebbe stato salvato per permettere al sindaco di mostrarlo in conferenza stampa e dire quante cose fighe si fanno nella nostra città.
    Il tuo discorso non fa una piega. Non conosco bene Palermo, ma posso capire. Credo comunque per un tipo di pubblicità ambient o guerrilla si valuti ancora di più il targete il luogo di riferimento, associando gli stili di vita, usi e costumi di un popolo. Lo studio antropologico dimostra la riuscita di una pubblicità in un luogo a scapito di altri (dove in buona percentuale non ha senso).
    Biagio Di Stefano

  7. #27
    Moderator L'avatar di Gogan
    Data registrazione
    18-06-2009
    Residenza
    Lombardia/Marche
    Messaggi
    5,811

    Predefinito

    Sono d'accordo anch'io. Che sia molto importante scegliere bene il luogo è fuor di dubbio, come dicevo vari posts fa riguardo ai preservativi brasiliani. La scelta del posto è fondamentale, una campagna di guerrilla marketing può funzionare in una città e fallire se viene fatta in un'altra.

    Ecco alcune pubblicità che ho pescato oggi in giro per il web. A Melbourne, per promuovere una mostra dedicata a Tim Burton (dal titolo "Tim Burton: The Exhibition"), il Cavaliere Senza Testa (del film "Sleepy Hollow", di Burton) si aggira per la città guidando una carrozza:





    Dopo che nel 2000, per l'uscita del profumo Flower, di Kenzo, erano stati sparsi papaveri in diverse città di tutto il mondo... il mese scorso quest'azione di marketing è stata ripetuta, questa volta a Zürich:




    Quest'altra pubblicità si spiega da sola. Per promuovere una birra analcolica sono stati scelti tra l'altro gli autobus in partenza dall'aeroporto, il che assicura una grande visibilità dovuta all'elevato numero di passeggeri ogni giorno:




    Per incentivare le donazioni di sangue un ospedale ha scelto questo metodo, ovvero un opuscolo allegato ad un quotidiano, con tanto di elastico che ha la doppia funzione di tenerlo appunto legato al giornale e simulare il laccio emostatico sul braccio del donatore:




    Ed ecco un tipo sicuramente particolare di pubblicità non convenzionale... la pubblicità "interattiva". In Giappone stanno sperimentando alcuni cartelloni pubblicitari in grado di riconoscere il genere di persona che hanno di fronte. Posti nelle stazioni della metropolitana di Tokyo, sembrerebbe che attraverso una webcam e un software specifico riescano a capire il sesso e l'età approssimativa delle persone che osservano la pubblicità e di formulare poi dei messaggi mirati a quel particolare target:

    Ultima modifica di Gogan : 01-11-2012 alle ore 01.07.13

  8. #28

    Predefinito

    dove li prendete tutti questi esempi ? ci sono siti riviste e libri su cui studiere e approfondire l'argomento? grazie mille

  9. #29
    Moderator L'avatar di Gogan
    Data registrazione
    18-06-2009
    Residenza
    Lombardia/Marche
    Messaggi
    5,811

    Predefinito

    Per quanto riguarda dove trovo questi esempi... semplicemente sfoglio pagine e pagine internet, poi scelgo le pubblicità secondo me più interessanti da segnalare qui. Ci sono circa una ventina di siti che visito regolarmente, più altri siti in cui finisco casualmente di volta in volta.
    Ecco alcuni siti che si occupano di pubblicità, creatività e dintorni:
    UNCFLY
    Brand Republique
    Fubiz
    Digital Marketing / Venturini
    Subvertising - Il magazine online di guerrilla marketing
    Ads of the World | Creative Advertising Archive & Community
    NonConventionalAdvertising
    SpotAnatomy.it - La pubblicità vista al microscopio
    Marketing Journal - Primo quotidiano MarCom online
    Pubbliblog
    Crazy Marketing Blog
    Marketing & advertising news blog
    Youmark
    ADV Advertiser | strategie di comunicazione, pubblicit
    Marketing Reloaded
    Ninja Marketing | Il primo osservatorio italiano sul marketing non-convenzionale

    Se qualcuno ne conosce altri interessanti li segnali

    Per quanto riguarda i libri sulla pubblicità in generale trovi una discussione qui: http://www.graficicreativi.com/copyw...nsigliare.html
    Per i libri che riguardano invece in particolare la pubblicità non convenzionale non saprei, vediamo se qualcuno ne conosce...

    Comunque per iniziare a familiarizzare col concetto secondo me può essere utile questa spiegazione di Wikipedia, in fondo alla pagina ci sono anche i link a vari tipi di marketing non convenzionale come il guerrilla marketing o il marketing virale: Marketing non convenzionale - Wikipedia

  10. #30
    Moderator L'avatar di Gogan
    Data registrazione
    18-06-2009
    Residenza
    Lombardia/Marche
    Messaggi
    5,811

    Predefinito

    Per festeggiare il "Día del Amigo" (la versione sudamericana del "International Friendship Day", che in Argentina si tiene il 20 luglio) la Coca-Cola ha messo a Buenos Aires questo distributore. Ti dà due bottiglie al prezzo di una, ma per riuscire a prenderle devi farti dare una mano da un amico. Uno sforzo comune ripaga entrambi:




    E sempre per quanto riguarda la Coca-Cola... vi ricordate la Happiness Machine? Un distributore posto in un college che ha suscitato reazioni appunto molto felici negli studenti. Se volevi una Coca ti dava molto di più, come un panino di un metro e mezzo:




    La Dove ha pensato bene non solo di fornire in alcuni hotel i soliti campioncini nel bagno, ma anche di lasciare un messaggio scritto sullo specchio, che compare soltanto dopo che hai fatto la doccia:




    La Nintendo per pubblicizzare i suoi brain teasers (i giochi rompicapo) ha deciso di catturare l'attenzione trasformando le piastrelle dei bagni di alcuni centri commerciali in gigantesche parole crociate:




    Ecco cosa è comparso per le strade di Roma per sensibilizzare la gente contro l'abbandono degli animali, sperando che servirà ad impressionare:





    Per finire una proiezione sulla facciata di un palazzo in Texas per pubblicizzare uno spray insetticida:

    Ultima modifica di Gogan : 16-04-2013 alle ore 21.31.10

Regole di scrittura

  • Non puoi postare nuovi argomenti
  • Non puoi postare repliche
  • Non puoi postare allegati
  • Non puoi editare i tuoi post
  •