facebook twitter youtube rss
Sprint24
Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9

Discussione: Le regole per la composizione di un ePub

  1. #1

    Lightbulb Le regole per la composizione di un ePub

    Una delle caratteristiche più evidenti degli eBook è quella di adattarsi visivamente alle dimensioni del display della periferica su cui vengono visualizzati. Questo se da un lato permette un'esperienza di lettura comoda e gradevole, dall'altro può mettere in difficoltà chi un eBook deve progettare, scrivere e pubblicare.
    Vediamo gli step essenziali tenendo presente che si tratta di esperienza personale e che si potrebbero preferire canoni e metodi diversi. Il dialogo su questo è fortemente auspicato...

    Progettiamo il volume
    Teniamo bene presenti le regole della composizione classica. Nulla è cambiato nella scrittura di un libro digitale, rispetto alla scrittura di un libro da stampare. Semmai è fondamentale recuperare alcune norme di comportamento del DTP tradizionale spesso dimenticate o sottovalutate perché fastidiose. Giusto per fare due esempi: quanti per separare un titolo da un paragrafo utilizzano correttamente spazio dopo paragrafo anziché premere due volte un molto più comodo 'ritorno a capo'? Oppure quanti utilizzano gli stili di paragrafo o di carattere in modo opportuno?
    Chi non si sente pronto rispetto a queste cose del DTP tradizionale, è meglio che riveda la propria preparazione.
    Tanto per tornare agli esempi di prima, come si vede dall'immagine, un ritorno a capo in un libro stampato si vede eccome, in una pubblicazione digitale non lascia traccia.



    Entriamo nel dettaglio della progettazione.

    La struttura dell'impaginato

    Per esperienza personale e per convenienza, suggerisco sempre la creazione e l'utilizzo della strumento Libro di Indesign. Ogni capitolo sarà un file di Indesign e tutti i capitoli verranno legati tra di loro dallo strumento libro. Una struttura di questo tipo genererà un file Epub (il Libro di Indesign) contenente tanti file XHTML (I file di Indesign, cioè i capitoli). L'utilità di questa cosa è da non sottovalutare. La gestione a capitoli separati implica il fatto che un lettore elettronico apre un file (più leggero) alla volta e non l'intera pubblicazione. E questo in lettori meno performanti può rivelarsi significativo in termini di esperienza di lettura o addirittura impedimento all'apertura del libro stesso.
    Va da se che pubblicazioni molto brevi possono tranquillamente essere gestite come singolo documento in Indesign.

    I caratteri
    Diversamente dai PDF (dove viene distribuita di una font solo la parte realmente utilizzata dal PDF ) nel caso degli ePub viene distribuita la font completa, e questo per molti caratteri è illegale. Da qui, la necessità di utilizzare font a licenza aperta (da non confondersi con gli OpenType) e liberamente distribuibili.
    Ne cito alcuni:

    cercando sul web se ne trovano molti altri.
    Raccomando sempre il controllo sulle licenze (spesso si parla di caratteri riutilizzabili ma questo non necessariamente significa liberamente distribuibile)

    Il testo
    La composizione del testo richiede, come accennavo all'inizio, una buona conoscenze dei concetti di composizione, degli stili paragrafo etc, secondo i canoni del DTP tradizionale. Oltre a questo bisogna capire se negli ePub è possibile utilizzare ed eventualmente come, le formattazioni 'locali' dei caratteri (Maiuscolo, Maiuscoletto, Apice, Pedice, barrato e sottolineato)
    La cosa è abbastanza delicata e non sempre sono rose e fiori, specialmente per quanto riguarda la compatibilità.

    Partiamo da questo impaginato in Indesign (CS 5.5):


    nella parte superiore l'utilizzo di un carattere in tutte le sue varianti di stile
    nella parte inferiore-sinistra le varianti 'locali' ricreate con simulazione da tastiera (maiuscolo scrivendo in maiuscolo, maiuscoletto scrivendo in maiuscolo e riducendo il corpo, apice e pedice simulati diminuendo il corpo e spostando la linea di base in alto o in basso) a nella parte inferiore-destra le varianti 'locali' attenute utilizzando gli opportuni strumenti di Indesign:



    Questo il risultato in alcuni strumenti di lettura:

    SIGIL



    Adobe Digital Editions



    Calibre



    IBook (su IPhone)




    Le considerazioni sono molteplici. E' evidente dalle immagini che non tutto fila liscio.
    Si può concludere dicendo che è meglio impostare la formattazione in maiuscolo e maiuscoletto utilizzando la tastiera (e questo non è grave perché scrivere maiuscolo non è un problema e il maiuscoletto si usa pochissimo), mentre per apici e pedici sembra sia meglio utilizzare gli opportuni comandi.
    Attenzione al fatto che il comando apice (o pedice) agisce sullo spostamento in apice (o pedice) del testo, ma senza ridurne il corpo. Se si vuole una resa più gradevole bisogna forzare numericamente la dimensione del corpo.
    Testo barrato e testo sottolineato funzionano e vengono riconosciuti senza problemi.

    Comunque, prima di tutto, raccomando fortemente l'utilizzo degli stili. Semplificano il lavoro e rendono semplici eventuali revisioni. Anche le spaziature tra paragrafi conviene siano gestite con un opportuno stile 'spazio prima' e 'spazio dopo'. Come abbiamo già visto i ritorni a capo generano spaziature che spariscono in un ePub.

    Le immagini
    E' fondamentale che tutti gli oggetti che vogliamo inserire nel nostro impaginato siano ancorati al testo per cercare di mantenere un certo ordine logico. Diversamente gli oggetti verrebbero inseriti arbitrariamente e senza senso utile alla lettura.
    Il metodo corretto è semplice ed intuitivo: nuovo ritorno a capo all'interno del paragrafo; inserimento dell'immagine in quel punto e formattazione di quel paragrafo utilizzando opportuni valori di 'spazio prima' e 'spazio dopo'

    Attenzione alle dimensioni delle immagini. Alcuni lettori non sono in grado di leggere immagini più grandi di 10 Mb (ma che senso ha?). E' bene mantenere le immagini più light possibile per non penalizzare la lettura.

    Copertina
    E' sempre stata vista come una cosa ostica; in realtà è abbastanza banale. Le prime versioni di Indesign in grado di generare ePub chiedevano che la copertina dovesse essere un elemento unico. La cosa migliore da fare era impaginare la copertina con tutti i suoi elementi; salvare il documento (per future revisioni) ed esportarlo in Jpeg a 72 dpi (o superiori per devices più grandi e più esigenti) e comunque a qualità massima.
    A questo punto bisognava aggiungere al libro di Indesign un nuovo capitolo (da posizionare per primo), cioè un nuovo documento di una sola pagina che conteneva un unico elemento; la copertina in jpeg.
    Con le ultime versioni Indesign consente, in fase di esportazione, di scegliere se rasterizzare la prima pagina del documento oppure di selezionare dal computer un'immagine esistente.

    [da continuare, se vi va ... ]

    JP
    [SIGPIC][/SIGPIC]
    ePUB, eBook and so on

  2. #2
    Moderator L'avatar di Max90
    Data registrazione
    16-06-2009
    Residenza
    Monticello Brianza (Lc)
    Messaggi
    1,305

    Predefinito

    Non penso di esagerere dicendo: GRANDE JP!!!

  3. #3
    Expert Member L'avatar di teatrante
    Data registrazione
    06-05-2009
    Residenza
    Battipaglia (Salerno)
    Messaggi
    1,011

    Predefinito

    Non riesco a darti altri punti reputazione, non me lo consente... ma credimi, JP, te ne darei almeno un milione!!! SEI SEMPRE IL MIGLIORE!!! GRAZIEEEEEEE
    Teatro significa vivere sul serio quello che gli altri, nella vita, recitano male. (Eduardo)

  4. #4

    Thumbs up

    Grazie mille!!! mi è molto utile questa piccola guida!!! il resto penso verrà da sè, cliccando qua e la e provando provando e riprovando! GRAZIE!!!

  5. #5

  6. #6

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da albertocchio Visualizza messaggio
    Credo non gravissimo perché Adobe ci metterà sicuramente una pezza in tempi ultrarapidi; comunque interessante. Personalmente non mi è mai successo (ho la 5.5 da pochissimo).
    Nei commenti alla fine del post che hai citato, pare che qualcuno abbia trovato (ma è ancora da dimostrare) una possibile causa. Uno spazio di troppo generato da Indesign CS5.5 nella testata del codice, tolto il quale le cose funzionerebbero. Effettivamente lo spazio c'è. Guardate le due immagini che allego. Si tratta dello stesso identico file aperto 'nature' così come l'ha creato Indesign nella prima immagine e 'normalizzato' secondo regole e convenzioni da Sigil nella seconda. Lo spazio in più c'è effettivamente.






    Sinceramente sono un pelo perplesso che questa possa essere la vera causa. Vedremo ...

    JP
    [SIGPIC][/SIGPIC]
    ePUB, eBook and so on

  7. #7
    Junior Member
    Data registrazione
    22-09-2011
    Residenza
    Castel di Lama (AP)
    Messaggi
    61

    Red face

    JP sei un mito davvero!!!
    Avrei un quesito però, quando faccio il file a parte della copertina inserendo il file in Indesign e lo rasterizzo, oltre a farmelo vedere come copertina dell'ePub lo vedo pure come prima pagina.
    Come faccio ad avitare questa cosa? Se faccio allega file per copertina non mi inserisce nulla
    Grazie in anticipo!


  8. #8

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da torakikis79 Visualizza messaggio
    JP sei un mito davvero!!!...
    Lo so, ma non esagerare

    è passato un po' di tempo dalla stesura di questo post e molte cose sono cambiate.
    Per risponderti ho bisogno di sapere che versione di Indesign utilizzi.

    fammi sapere.
    [SIGPIC][/SIGPIC]
    ePUB, eBook and so on

  9. #9
    Junior Member
    Data registrazione
    22-09-2011
    Residenza
    Castel di Lama (AP)
    Messaggi
    61

    Predefinito

    Uso Indesign Cs6.

Regole di scrittura

  • Non puoi postare nuovi argomenti
  • Non puoi postare repliche
  • Non puoi postare allegati
  • Non puoi editare i tuoi post
  •