facebook twitter youtube rss
Sprint24
Pagina 4 di 4 PrimoPrimo ... 234
Visualizzazione risultati 31 fino 32 di 32

Discussione: Errori nella creazione di un marchio

  1. #31
    Moderator L'avatar di designferrara
    Data registrazione
    28-01-2009
    Residenza
    Gargnano (BS)
    Messaggi
    3,872

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da giorgioc Visualizza messaggio
    Penso di poter dire la mia, come cliente.
    Ho già scritto nel mio primo post che non sono un grafico, ma ho utilizzato i servizi di più di un professionista e di molti che non lo erano affatto. Il problema è proprio questo. Oggi per essere un "creativo" basta un sito internet, quattro Apple usati, un ufficio con i poster giusti e l'abbigliamento... fuori dagli schemi. Il cliente deve saper scegliere tra decine di falsi professionisti i pochi che lo sono davvero, evitando i troppi che rovinano la vostra professione. Non è facile.
    Se ho bisogno di un... dentista, lo cerco in rete, ma poi do un occhio alla laurea appesa alla parete dello studio e l'aggregazione a qualche associazione di categoria. Con i grafici come la mettiamo? Sono tutti bravi, tutti "un po' meglio" del vicino, ma il cliente non ha alcuna possibilità di verifica.
    A noi è successo di organizzare una fiera all'estero, di dare il progetto in mano ad un non-professionista (colpa nostra) e di veder distruggere e sperperare il lavoro di un anno. Il problema si pone per i clienti medi perché Star o Fiat si affidano solo alle agenzie di grido, "casa della marmitta" (o del cotechino) non ha necessità particolari, ma chi sta nel mezzo, e sono i più, hanno bisogno di Voi.
    Se il titolare si impunta, non è colpa sua, non vuole interferire: semplicemente non si fida. Questo perché nel caso di un bidone, il grafico ci rimette un solo cliente, ma l'azienda ce ne rimette cento o anche mille.
    La prova di quanto sto dicendo sono le discussioni aperte su questo forum aventi per oggetto "quanto faccio pagare per un logo?". Come può un professionista farsi domande del genere?
    Per un "alien" come me in un forum come questo, la conferma è continua: pochi professionisti (veri) che scrivono del loro lavoro, immersi in un mare di dilettanti (per usare un termine "soft") che riempiono lo spazio maggiore.
    In definitiva, la prossima volta che avrò necessità dei servizi della professione che rappresentate sarò ancora più dubbioso e interferirò ancora di più con il vostro lavoro. Non per "rompere", ma per salvaguardare l'azienda.
    Del resto, un professionista saprà convincermi, un cialtrone no (almeno lo spero).
    Credo che quanto scritto valga per qualsiasi professione e professionista, nel senso che p.es. non basta avere un bello studio dentistico per fare di un medico un bravo dentista o avere una bellissima officina per fare di un meccanico un bravo meccanico.
    I forum in generale sono formati prevalentemente da dilettanti per il semplice fatto che normalmente chi vi accede cerca dei consigli ed aiuto, la maggioranza una volta ottenuto ciò che cerca non ha interesse a rimanervi, dall'altra parte però vi sono professionisti che dedicano tempo per rispondere ed aiutare solo per passione.
    Un buon grafico interagisce sempre con il cliente che ne diventa quindi complice del risultato finale a seguito del dialogo atto alla comprensione delle necessità del cliente stesso e delle problematiche e consigli del grafico.
    Un grafico professionista di norma compila un contratto che va sottoscritto da ambe le parti dove vengono specificati i compiti, le tempistiche e l'onorario, durante l'operato ed altro ancora.
    Il grafico esegue bozze che devono essere tutte approvate e sottoscritte dal cliente prima di proseguire, quindi in stretta collaborazione del cliente che ha il diritto di chiedere ma non di interferire su argomentazioni tecniche ben note al grafico stesso come errate (il cliente sottoscrivendo una modifica ed approvando il lay-out finale se ne assume le responsabilità, anche se un buon grafico è in grado valutare se rifiutare il lavoro).
    Il problema maggiore comunque credo risieda, come ovvio, nella ricerca del miglior prezzo per un lavoro che troppo spesso viene giudicato semplice e alla portata di tutti, dietro a qualsiasi professione ci devono essere competenza e abilità al solving problem, di conseguenza meglio "rompere le scatole" al professionista prima del mandato e durante collaborare al risultato pattuito fidandosi anche dei consigli del grafico stesso.
    Scrio questo perché all'opposto del grafico dilettante c'è il cliente che non è esigente come è giusto che sia ma invadente o incompetente nel settore creando delle problematiche tecniche durante l'esecuzione del lavoro (es. ho una foto in word, se la invio per e-mail mi fa un poster da 3m x 6 elaborata con il computer? Ho qualche schizzo fatto a matita, per domani mi prepara il logo a PC? Per il catalogo può prendere le foto dal nostro sito internet, ci sono tutte le immagini accanto alla descrizione..... ecc....).
    Il mio consiglio è quello di affidare sempre lavori a professionisti in grado di dimostrare la propria professionalità a priori, quando si è convinti e dopo averlo provato per lavori minori, a mandato sottoscritto collaborare piuttosto che interferire,, per mia personale esperienza il miglior modo per ottenere dei risultati che rendono il cliente soddisfatto ed il grafico in grado di gestire la propria creatività e professionalità.
    Mario
    è inutile sfuggire, la creatività è dentro ogni uno di noi, basta solo cercarla

  2. #32

    Predefinito

    sono consigli utili, grazie

Regole di scrittura

  • Non puoi postare nuovi argomenti
  • Non puoi postare repliche
  • Non puoi postare allegati
  • Non puoi editare i tuoi post
  •